Jorge de León intraprende lo studio del canto nella sua città perfezionandosi poi in Italia e in Spagna; vincitore del Concorso Nazionale “Villa Abaran” di Murcia, si esibisce in opere, concerti e zarzuele nei principali teatri spagnoli



Yüklə 86 Kb.
tarix22.05.2017
ölçüsü86 Kb.



JORGE DE LEÓN 

Tenore
Nato a Santa Cruz de Tenerife, Jorge de León  intraprende lo studio del canto nella sua città perfezionandosi poi in Italia e in Spagna; vincitore del Concorso Nazionale “Villa Abaran” di Murcia, si esibisce in opere, concerti e zarzuele nei principali teatri spagnoli, di cui rimangono memorabili le interpretazioni del La Bruja di Chapí, Los Gavilanes di Guerrero, El dùo de la Africana e La del manojo de rosas.

Nel 2004 vince il primo premio e il premio “José Carreras” come miglior tenore al Concorso "Julian Gayarre"; l’anno seguente è vincitore del secondo premio al concorso "Jaime Aragall".

Nel 2010 prende parte ad Andrea Chénier di Giordano a Madrid, Cavalleria rusticana di Mascagni e La Vida breve di de Falla a Valencia sotto la direzione di Lorin Maazel, Carmen di Bizet sempre a Valencia, Madama Butterfly di Puccini a Tenerife ed Aida di Verdi a Valencia.

Nel 2011 è interprete di Carmen al San Carlo di Napoli, Tosca di Puccini a Madrid, Madama Butterfly a Bari, Tosca e Carmen a Palermo; nel 2012 debutta alla Scala di Milano in Aida, interpreta Le Cid di Massenet e Tosca a Valencia.

Con il Teatro alla Scala è impegnato per due tournée di Aida, in Qatar nel 2012 e in Giappone nel 2013, mentre dalla fine del 2012 canta Turandot di Puccini a Firenze e a Tokyo con la direzione di Zubin Mehta, Tosca a Pamplona e Valladolid, Aida a Palermo; è protagonista del Requiem di Verdi a Barcellona e veste i panni di Radames anche alla Scala e a Napoli; nel 2014 è a Berlino per Tosca, a Pechino e Milano con Cavalleria Rusticana.

Nel 2015 è invitato nuovamente a Pechino per Aida ancora diretto da Zubin Mehta, canta in Tosca a Chicago e Tokyo, si esibisce a Vienna per Aida e a Roma per Turandot.

Tra gli impegni del 2016 segnaliamo le interpretazioni ne La Wally di Catalani nel ruolo di Giuseppe Hagenbach a Monte Carlo; Andrea Chenier a Las Palmas e Genova e Tosca a Monaco.



 mag 16  




Tosca

Cavaradossi it

Bayerische Staatsoper, München

D: Chichon; R: L Bondy 

 apr 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Opera di Genova

D: Bisanti; R: Salvo Piro / Puggelli 

 mar 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Ópera de Las Palmas

D: M Ortega; R: Romero Mora 

 gen 16  




La Wally

Giuseppe Hagenbach

Opéra de Monte-Carlo

D: Maurizio Benini; R: Lievi 

 mag 16  




Tosca

Cavaradossi it

Bayerische Staatsoper, München

D: Chichon; R: L Bondy 

 apr 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Opera di Genova

D: Bisanti; R: Salvo Piro / Puggelli 

 mar 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Ópera de Las Palmas

D: M Ortega; R: Romero Mora 

 gen 16  




La Wally

Giuseppe Hagenbach

Opéra de Monte-Carlo

D: Maurizio Benini; R: Lievi 

 mag 16  




Tosca

Cavaradossi it

Bayerische Staatsoper, München

D: Chichon; R: L Bondy 

 apr 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Opera di Genova

D: Bisanti; R: Salvo Piro / Puggelli 

 mar 16  




Andrea Chenier

Andrea Chénier

Ópera de Las Palmas

D: M Ortega; R: Romero Mora 

 gen 16  




La Wally

Giuseppe Hagenbach

Opéra de Monte-Carlo

D: Maurizio Benini; R: Lievi 

All’Arena di Verona debutta nel 2010 nel ruolo di Don José in Carmen; nel 2012 e nel 2013 interpreta Radames in Aida e nel 2014 è Don Josè in Carmen.

Torna in Carmen, per il Festival 2016, nel ruolo di Don José diretto da Xu Zhong.

DARIO DI VIETRI

Tenore
Nato a Bari, Dario Di Vietri si diploma al Conservatorio di Milano e frequenta la Scuola dell’Opera Italiana al Teatro Comunale di Bologna; successivamente si perfeziona con Vittorio Terranova, Katia Ricciarelli, Jaume Aragall, Luciano Pavarotti e Bruna Baglioni.

Nel 2009 debutta Pinkerton in Madama Butterfly di Puccini nei Teatri del Circuito Lirico Lombardo.

Successivamente interpreta i seguenti ruoli principali: Erri Settebellezze in Napoli milionaria di Rota nei Teatri di Lucca, Pisa e Livorno; Macduff in Macbeth di Verdi al Teatro Coccia di Novara; Don José in Carmen di Bizet nei Teatri di Livorno, Lucca, Pisa e Fano.

Nel 2014 è protagonista di Samson et Dalila di Saint-Saëns al Seoul Arts Center in Corea del Sud; è finalista al progetto “Una Voce per l’Arena” in diretta su Rai Uno, in collaborazione con la Fondazione Arena di Verona; debutta nel ruolo di Cavaradossi in Tosca di Puccini presso l’Opera di Kazan in Tatarstan.

Nel 2015 interpreta ancora Samson in Samson et Dalila all’Opera di Oviedo in Spagna; debutta Radamès in Aida di Verdi al Festival di Kazan e interpreta lo stesso ruolo all’Opera di Roma diretto da Jader Bignamini con la regia di Micha van Hoecke; è Calaf in Turandot di Puccini al Teatro di San Carlo di Napoli diretto da Juraj Valcuha, regia di Roberto De Simone; interpreta il ruolo di protagonista in El Greco di George Hatzinassios in prima mondiale al Teatro Municipale del Pireo; è quindi impegnato in un concerto in memoria di Mario Del Monaco al Maggio Musicale Fiornetino; è Radamès in Aida al Teatro Sociale di Rovigo e nei Teatri di Pisa, Livorno e Sassari.

Nel 2016 veste i panni di Pinkerton in Madama Buttefly e Radamès in Aida presso la Greek National Opera di Atene; è Turiddu in Cavalleria rusticana al Teatro Verdi di Salerno; interpreta Cavaradossi in Tosca al Petruzzelli di Bari.

Collabora con i più importanti direttori d’orchestra e i più famosi registi internazionali.
Al Teatro Filarmonico di Verona debutta nel 2015 interpretando Turiddu in Cavalleria rusticana di Mascagni.

Torna al Filarmonico nel ruolo di Don Alvaro nella Forza del destino di Verdi, opera che inaugura la Stagione Opera e Balletto 2015-2016.

All’Arena di Verona debutta nel 2014 nel ruolo di Calaf in Turandot; nel 2015 veste i panni di Radamès in Aida di Verdi e di Cavaradossi in Tosca di Puccini.

Torna per il Festival areniano 2016 nelle vesti di Don José in Carmen e di Calaf in Turandot.



STEFANO SECCO


Tenore
Stefano Secco inizia lo studio di pianoforte e canto, ottiene il diploma di percussioni e successivamente si perfeziona in canto.

Dopo le prime esperienze professionali interpreta Fenton in Falstaff di Verdi al Teatro Verdi di Sassari. Scritturato dal Teatro dell'Opera di Roma per la Messa di Gloria di Puccini e il Te Deum di Berlioz, veste anche i panni di Rodolfo ne La Bohème di Puccini.

Seguono collaborazioni di grande successo con i più importanti teatri nazionali e internazionali: è il Duca di Mantova in Rigoletto di Verdi a Torino, Vienna, Tolosa, Francoforte, Palermo, Venezia, La Coruña, Avenches, Stoccolma, Parigi; Rodolfo ne La Bohème a Parma, Roma, Parigi, Torre del Lago e Wiesbaden; Alfredo ne La Traviata di Verdi a Venezia, Tokyo, Barcellona, Amburgo, Francoforte, Firenze e alla Scala di Milano con la direzione di Muti; Pinkerton, in Madama Butterfly di Puccini a Roma, Torre del Lago e Firenze; Edgardo in Lucia di Lammermoor di Donizetti a Berlino e a Liegi; De Grieux in Manon di Massenet a Ginevra ed a Barcellona; Gabriele Adorno in Simon Boccanegra di Verdi a Parigi, Cagliari e Milano.

Il suo repertorio assai vasto lo vede impegnato in importanti produzioni fra le quali: Romèo et Juliette di Berlioz a Roma; La Bohème a Parma, Rigoletto, Don Carlo e Macbeth  di Verdi a Parigi; La Traviata a Tokyo, Luisa Miller di Verdi a Monaco, Lucia di Lammermoor a Firenze, Werther di Massenet a Francoforte.

Dopo il debutto in Faust di Gounod a San Francisco con grandi consensi di pubblico e critica si esibisce a Venezia e a Torino ne La Traviata; di nuovo a San Francisco in Madama Butterfly diretta da Nicola Luisotti; a Monaco e a Roma nella Bohème; a Trieste ne I Due Foscari di Verdi; a Bilbao in Macbeth e Simon Boccanegra; a Montecarlo in Rigoletto; a Francoforte nel Requiem di Verdi diretto da Luisotti; a Macerata in Un Ballo in Maschera; a Marsiglia in Roberto Devereux. Interpreta il Requiem di Verdi a Mosca con il Teatro alla Scala in occasione della riapertura del Teatro Bol'šoj, e a San Pietroburgo in tournée con il Teatro Regio di Parma; Simon Boccanegra a Los Angeles diretto da Conlon; I Masnadieri di Verdi a Napoli; Madama Butterfly a Seattle e Berlino; Carmen di Bizet a Venezia; Le Contes d’Hoffmann di Offenbach a Parigi; Macbeth a Madrid e a Milano; Don Carlo a Oviedo; La Bohème a Zurigo, Bilbao e Torre del Lago. Fra le produzioni recenti più significative: Madama Butterfly a Barcellona, Dresda, Chicago e Firenze, Carmen a Venezia, Simon Boccanegra alla Staatsoper di Vienna e Monaco, La Traviata a Palermo, Tosca a Bologna, La Bohème alla Bastille di Parigi.

La voce di Stefano Secco è stata scelta per la sequenza del film The Perfect Host di Nick Tomnay in cui canta “Quando le sere al placido” da Luisa Miller di Verdi.


Al Teatro Filarmonico debutta nel 2000 nel ruolo di Osiride in Mosè in Egitto di Rossini e nel 2005 interpreta la Nona Sinfonia di Beethoven.

All’Arena di Verona debutta nel 2011 in Roméo et Juliette di Gounod, opera ripresa anche nel 2012 e nel 2013; nel 2013 canta in Nabucco; nel 2014 è Riccardo in Un Ballo in maschera di Verdi.

Per il Festival 2016 torna all’Arena nel ruolo di Don Josè in Carmen diretto da Xu Zhong.

MIKHEIL SHESHABERIDZE

Tenore
Nato a Kaspi in Georgia, Mikheil Sheshaberidze studia al Conservatorio di Stato “Vano Sarajishvili” di Tbilisi, dove completa gli studi di canto nel 2006; nel 2007 frequenta la masterclass del soprano statunitense Lella Cuberli; nel 2010 partecipa all’Accademia Internazionale di Canto Città di Pesaro “Renata Tebaldi e Mario del Monaco”; attualmente si perfeziona con Gianfranca Ostini.

Nel 2011 vince il terzo premio al concorso per giovani cantanti lirici “Gaetano Fraschini” di Pavia; partecipa alla XV edizione di Opera Domani, progetto dell’As.Li.Co. con Nabucco, c’era una volta la figlia di un re al Teatro Verdi di Trieste e al Teatro Duni di Matera; vince il terzo premio al Concorso Lirico Internazionale “La Città Sonora 2012” di Cinisello Balsamo.

Nel 2012 debutta con molto successo i seguenti ruoli: Pinkerton in Madama Butterfly di Puccini, Don Josè in Carmen di Bizet, Cavaradossi in Tosca e Roberto ne Le Villi di Puccini, Foresto in Attila di Verdi.

Nel 2014 canta nei panni di Don José in Carmen al Luglio Musicale Trapanese e di Don Alvaro ne La Forza del destino di Verdi al Teatro Regio di Parma.

Recentemente interpreta il ruolo di Antonio in Das Liebesverbot di Wagner e il ruolo di Ismaele in Nabucco di Verdi al Teatro Verdi di Trieste; canta all’opera di Spalato nei panni di Don José in Carmen con la direzione di Gianluca Martinenghi e di Pinkerton in Madama Butterfly sempre sotto la guida del maestro milanese; è Claudio in Das Liebesverbot al Teatro Real di Madrid.

È protagonista, inoltre, di numerosi concerti con grande successo di pubblico e critica.


Debutta all’Arena di Verona nelle vesti di Don José in Carmen per il Festival 2016.
CARLO VENTRE

Tenore
Nato a Montevideo in Uruguay, Carlo Ventre vince il premio Gino Bechi al Concorso “Francisco Viñas” di Barcellona e il concorso “Pavarotti Voice Competition” di Philadelphia.

Il suo debutto operistico avviene nel 1994 quando, giovanissimo, interpreta il Duca di Mantova in Rigoletto di Verdi al Teatro alla Scala di Milano, con la direzione di Riccardo Muti; da allora si esibisce con successo nei più prestigiosi teatri del mondo.

Nel 2011 debutta alla Royal Opera House di Londra e alla Staatsoper di Monaco con Aida di Verdi e all’Opéra Bastille di Parigi con Tosca di Puccini.

Tra il 2011 e il 2012 debutta a Francoforte interpretando il ruolo del titolo in Otello di Verdi; veste i panni di Des Grieux in Manon Lescaut di Puccini ad Amburgo, e di Maurizio in Adriana Lecouvreur di Cilea a Barcellona.

Nel 2012 ottiene il premio “Radamès” dall’Associazione Verona Opera, per la sua interpretazione del ruolo all’Arena di Verona.

Dopo i successi in Manon Lescaut ad Amburgo, di Aida a Tokyo e de La Fanciulla del West di Puccini a Francoforte, nel 2013 prende parte ad una serie di concerti verdiani a Barcellona e interpreta Otello a Bordeaux.

Nel 2014 torna a Milano per Il Trovatore di Verdi e a Francoforte per La Fanciulla del West. Si esibisce a Bari ne Il Tabarro e a Palermo in Tosca di Puccini; a Francoforte in Otello.

Nel 2015 canta ad Amburgo ne La Fanciulla del West, a Lipsia in Tosca, a Bordeaux e Bilbao in Don Carlo e al Teatro di San Carlo di Napoli in Turandot di Puccini.

Gli impegni del 2016 comprendono Tosca a Torino, Andrea Chenier di Giordano a Tokyo, Il Trovatore a Berlino.
Al Teatro Filarmonico di Verona debutta nel 2002 in Un Ballo in maschera di Verdi.

All’Arena di Verona debutta nel 2002 con Tosca che interpreta anche nel 2008; canta in Aida dal 2008 al 2013; nel 2010 è Pinkerton in Madama Butterfly di Puccini e Don José in Carmen di Bizet. Nel 2012 è Calaf in Turandot di Puccini; nel 2013 prende parte a Il Trovatore e al Gala Verdi; nel 2014 interpreta il ruolo di Don José in Carmen, Radamès in Aida e Calaf in Turandot.

Per il Festival areniano 2015 canta nel ruolo di Radamès in Aida e di Don José nel Carmen Gala Concert.



Torna all’Arena di Verona per il Festival 2016 come Don Josè, diretto da Xu Zhong. Interpreta inoltre Radames in Aida e Calaf in Turandot.

Yüklə 86 Kb.

Dostları ilə paylaş:




Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©azkurs.org 2020
rəhbərliyinə müraciət

    Ana səhifə